IMU/TASI

Parliamo di IMU/TASI

Imposta Municipale Propria (IMU)

L’imposta municipale propria non si applica al possesso dell’abitazione principale e delle pertinenze della stessa, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, per le quali continuano ad applicarsi l’aliquota del 4 per mille e la detrazione di € 200,00 rapportata al periodo dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione; l’IMU non è altresì dovuta per i fabbricati rurali ad uso strumentale.

Il calcolo dell’IMU dovrà riguardare qualsiasi altro immobile di Sua proprietà, usufrutto o altro diritto reale.

 

USO GRATUITO

La legge di stabilità 2016 ha introdotto una nuova forma di uso gratuito con riduzione del 50% della base imponibile.

Per usufruire dell’agevolazione è prevista una sola forma di comodato gratuito con i seguenti requisiti:

  • il comodante/soggetto passivo deve possedere un solo immobile in Italia e deve risiedere anagraficamente nonché dimorare abitualmente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato;
  • se possiede due immobili, devono essere nello stesso comune, di cui uno obbligatoriamente è l’abitazione principale per il proprietario (comodante) e l’altro l’abitazione in cui risiede chi lo occupa (comodatario);
  • il comodato è possibile solo tra genitori/figli. Sono esclusi comodati al di fuori del primo grado in linea retta;
  • non vale nessuna scrittura privata o altra forma/dichiarazione di concessione del comodato ma deve essere registrato apposito atto presso un qualunque ufficio dell'Agenzia delle Entrate;
  • sono esclusi i comodati per le abitazioni di lusso (Cat. A1, A8 e A9);
  • non è possibile effettuare due comodati nello stesso comune.

 

Tassa sui servizi indivisibili (TASI)

Il presupposto impositivo della TASI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati e di aree edificabili, come definiti ai sensi dell’imposta municipale propria, ad eccezione dei terreni agricoli.

A partire dall’anno 2016 è esclusa dal pagamento della TASI l’abitazione principale e le sue pertinenze ad eccezione di quelle classificate in categorie A/1, A/8 e A/9.

Sono inoltre esclusi dal pagamento della TASI anche gli occupanti dell’abitazione principale per la quota di competenza.

La base imponibile per il conteggio è la stessa per il calcolo dell’I.M.U e riguarda qualsiasi immobile di Sua proprietà o in affitto.

Nel caso di contratto d’affitto, per quanto riguarda la ripartizione dell’imposta tra proprietario e affittuario ogni Comune, con regolamento adottato ha stabilito le percentuali di ripartizione.

In caso di detenzione temporanea di durata non superiore a 6 mesi, la TASI è dovuta soltanto dal possessore dei locali.

Per la Tasi è prevista la solidarietà nell'assolvimento «dell'unica obbligazione tributaria» tra i soggetti passivi.

 

Versamenti IMU TASI

I versamenti devono essere effettuati mediante modello F24 alle seguenti scadenze:

  • Acconto o soluzione Unica entro il  16 giugno (o primo giorno lavorativo seguente)
  • Saldo entro 16 Dicembre (o primo giorno lavorativo seguente)

 

Resta a  disposizione l’applicativo on line  , da cui sarà possibile consultare la propria posizione contributiva sulla base dei dati presenti nella banche dati IMU e stampare il modello F24 compilato con dati anagrafici.

La invitiamo a controllare attentamente questi dati, in quanto, in caso di dati errati non è preclusa al Comune la possibilità in futuro di emettere avvisi di accertamento.

 

Qualora dovesse riscontrare qualche inesattezza nella Sua posizione contributiva, Le chiediamo di volerla gentilmente segnalare aprendo un ticket accedendo al portale http://assistenza.secoval.it.

Recapiti e contatti
via Gen. Luigi Reverberi, 2 - 25078 Vestone (BS)
PEC ced@secoval.it
Recapiti telefonici Centralino
0365 8777
P.IVA 02443420985
Informazioni privacy e note legali